HIGHLIGHTS FROM JANUARY 2017
January 2017

I buyer esteri crescono del 18%, l’Italia rimane pressoché costante. L’intuizione e la modernità del concept incentrato sulle preview donna assieme al menswear fa volare WHITE a quota 10mila visitatori

WHITE Milano,16/01/2017 – Il salone della moda contemporary patrocinato dal Comune di Milano è sempre più il punto di riferimento per il menswear contemporaneo e le anticipazioni delle collezioni femminili. I dati di affluenza sono significativi della direzione intrapresa dal salone che a gennaio 2017 sfiora i 10mila visitatori, con +18% di buyer esteri (rispetto a gennaio 2016), mentre l’Italia è pressoché invariata. Il successo della manifestazione andata in scena con l’innovativa formula di presentare insieme le collezioni uomo e le preview di womenswear e appena conclusasi, ha portato on stage 270 marchi, arrivando a quota 197 collezioni femminili, di cui 63 nell’area ONLY WOMAN.

Particolarmente variegato il calendario che ha animato i tre giorni della kermesse, con la preview di Suket Dhir, la quarta edizione del Premio Ramponi, l’opening di WHITE STUDIO – IT’S TIME TO CONTEMPORARY ARTISAN e che è culminato con la sfilata/evento di Wood Wood, il brand danese di Karl-Oskar Olsen e Brian SS Jensen, che ha catalizzato l’attenzione dei presenti sui linguaggi di moda provenienti dal Nord Europa, nell’ambito del progetto REVOLVER INSIDE WHITE, giunto al suo secondo appuntamento milanese.

Il successo riscosso dalla sfilata, realizzata in collaborazione con CNMI, pone l’accento su due obiettivi raggiunti da WHITE, la connessione perfettamente riuscita fra la manifestazione e le istituzioni del comparto moda e l’appeal internazionale raggiunto dal salone, capace di guardare oltre gli ambiti finora raggiunti.

«I considerevoli risultati raggiunti da questa edizione del salone dimostrano che stiamo andando nella giusta direzione e ci spingono a fare sempre di più e sempre meglio. L’aumento importante dei buyer esteri è il risultato di un lavoro progettuale che ci ha portato a promuovere la manifestazione assieme a ICE – Agenzia e che si esprime nel successo dei road show in tutto il mondo – dichiara Massimiliano Bizzi, founder e presidente di WHITE – Inoltre, i dati di affluenza confermano che la scelta innovativa di presentare contemporaneamente il menswear e le anticipazioni delle collezioni femminili è premiante per il salone e per Milano, quale hub di riferimento per la moda. La collaborazione con il Comune di Milano e la Camera Nazionale della Moda Italiana dimostra la volontà del salone di crescere in sintonia con le istituzioni».

Gli fa eco Cristina Tajani, Assessore alle Politiche per il Lavoro, Moda e Design, che sottolinea l’impegno del Comune in questa direzione, «WHITE, il salone patrocinato dal Comune di Milano, ha fatto della scelta di valorizzare la manifattura artigianale italiana e internazionale la chiave del suo successo. Lo dimostra la crescita continua del numero di brand presenti, +18% rispetto all’edizione di gennaio 2016 – così l’Assessore alle Politiche per il Lavoro, Moda e Design Cristina Tajani che prosegue – Inoltre, la scelta di presentare insieme le collezioni uomo e donna confermano Milano come vetrina capace di anticipare i trend e di valorizzare le nuove visioni di giovani talenti creativi».

Di grande impatto visivo le aree speciali che hanno visto protagonisti marchi del calibro del finlandese Aalto, special guest dell’ONLY WOMAN; del francese Repetto, a cui si deve la creazione delle ballerine; l’esposizione Italian DNA Exhibition, dove ha brillato il saper fare del lanificio Botto Giuseppe, con il progetto Naturalis Fibra e l’interpretazione del designer Maurizio Miri, e la creatività di Ferla, altra eccellenza laniera italiana, sempre con il contributo artistico di Miri. Il focus sull’Athleisure è stato curato da TOMORROW, showroom di ricerca che ha selezionato un pool di marchi sporty, in mostra nell’Ex Ansaldo di Tortona 54. Il progetto WOW – WHITE ON WEB ha dimostrato tutta la sua efficacia di network multimediale, grazie al supporto di HIGHSNOBIETY e LUISAVIAROMA.

International buyers have grown by 18%, Italy is approximately constant. Owing to the insight and modernity of the concept focussing on womenswear previews and menswear collections, WHITE has reached 10 thousand visitors.

WHITE Milan, 16th January 2017 – The contemporary fashion show under the aegis of the Municipality of Milan is more and more the reference point for menswear and for the previews of the womenswear collections. The notable attendance figures speak volumes about the direction the tradeshow has taken, which in January 2017 has touched 10thousand visitors, with +18% international buyers, while the incoming from Italy is substantially unchanged. The success of the event, parading the innovative formula of presenting together the men’s collections and the womenswear previews, has put on stage 270 brands, 197 womenswear collections, out of which 63 in the ONLY WOMAN area.

The rich calendar of the three days of the show included Suket Dhir’s preview, the fourth edition of Premio Ramponi, the opening of WHITE STUDIO – IT’S TIME TO CONTEMPORARY ARTISAN, and culminated with Wood Wood’s fashion show/event, the Danish brand launched by Karl-Oskar Olsen and Brian SS Jensen, which captivated everybody’s attention with Northern European fashion, in the framework of the project REVOLVER INSIDE WHITE, now at its second Milanese appointment.

The fashion show’s success organized in collaboration with CNMI, shines a light on two achievements by WHITE, namely the flawless connection between the trade-fair and the institutions of the fashion sector and the event’s international appeal, a show capable of constantly looking ahead and climbing new heights.

«The remarkable outcome achieved at this edition of the show goes to show that we are going in the right direction and encourages us to do even more and better. The noteworthy increase in the number of international buyers results from a planning effort that has led to promote the manifestation with ICE – Agenzia (Italian Trade Agency), as well as to the success of the road shows across the world – so Massimiliano Bizzi, founder and president of WHITE – Besides, the attendance figures confirm that the innovative choice to present the menswear collections and the previous of the womenswear collections is rewarding both for the tradeshow and for Milan as a fashion hub. The collaboration with the Municipality of Milan and Camera Nazionale della Moda Italiana confirms the tradeshow’s will to grow in tandem with the institutions».

Cristina Tajani – Councillor for Labour, Fashion and Design – points out the Municipality’s commitment «WHITE, the tradeshow sponsored by the Municipality of Milan, has turned its choice to enhance the Italian and international craftsmanship into the key to its success, as is shown by the constant upturn in the number of brands on show, 18% more than in the January 2016 edition – so the Councillor for Labour, Fashion and Design Cristina Tajani, who goes on – Moreover, the choice to showcase together the menswear collections and womenswear previews confirms Milan as a window capable of anticipating the trends and make the most of the young talents’ new visions».

 

The impressive special areas had as protagonists the likes of the Finnish brand Aalto, special guest at ONLY WOMAN; the French Repetto, the inventor of the iconic flats; the Italian DNA Exhibition, where the flair of the wool factory Botto Giuseppe stood out in the project Naturalis Fibra, boasting designer Maurizio Miri’s interpretation, and Ferla’s creativity, another Italian premium textile manufacturer, again with Miri’s artistic contribution. The focus on Athleisure was curated by TOMORROW, cutting-edge showroom that selected a pool of sporty brands that went on show at Ex Ansaldo, Tortona 54. The project WOW – WHITE ON WEB has shown the efficacy of its multimedia network thanks to HIGHSNOBIETY’s and LUISAVIAROMA’s backing.